domenica 7 settembre 2008

Rieccomi...


Scusate per l'assenza di questa settimana... avevo il cuginetto a casa...
Mio papà si è sbizzarito con lui, lo ha portato a vedere i musei e la nave dove lavorava, si è messo d'accordo con gli ex colleghi e gli ha fatto fare un giro e gli ha spiegato tutto su il rifornimento in mare ecc... se l'è coccolato tutta la settimana...
Sono contenta ma mi fà anche nostalgia... tutte queste cose le ha sempre fatte con me, ora tutti e due diamo per scontato che io sia troppo grande per queste cose... ma infondo chi lo ha detto?
mi mancano tutte le coccole che mi faceva e, se me ne fà meno, è più che altro colpa mia,perchè anche se non vorrei mi viene istintivo fare la distaccata... cioè non che non lo caghi o che me ne freghi completamente di lui anzi (e glielo faccio capire spero) però tutte quei gesti semplici come un abbracci, come le coccole, come un bacio, faccio fatica a farli anche se sono le cose che desidero fare...
Devo ammettere che sto migliorando negli ultimi tempi... bò... forse gli scriverò una lettera per spiegargli queste cose... a voce mi riesce difficile... ma lui lo sà, mi conosce molto bene!


P.S: piccola anteprima...sto preparando il mio "my space" ovviamente poi avrete il link!

12 commenti:

il Russo ha detto...

Mi piace come ti sei aperta nel raccontare un passaggio che prima o dopo nella vita affrontiamo tutti.
Due blog, uno spazio su myspace... ce la farai ad aggiornare tutto?

Il Signor P. ha detto...

Mi hai fatto pensare che alle volte si confonde la crescita con la distanza, la maturità con il distacco. Fortunatamente, di tanto in tanto, si può ritornare suoi propri passi.

Gatta bastarda ha detto...

grazie russo!
spero di riuscire ad aprirmi anche con lui...
per i blog e il resto si ci riesco.. magari non tutti i giorni come questa estate ma ci riesco... spero!
e si signor p. hai proprio ragione!

Silvia ha detto...

Ma certo che devi comprendere il tuo sentire e poi aprirti, così semplicemente come hai fatto qui con noi, anche con tuo padre! Sono convintissima che lui sappia quanto gli vuoi bene e quanto vorresti essere riempita di coccole e tenerezze... Talvolta aprirsi all'affetto è una prova che ci appare difficile e insormontabile, ma con un po' di coraggio... tutto è possibile! Coraggio!!! Riappropriati delle tenerezze dell'infanzia che tanto ti mancano!

PS: l'idea della lettera è fantastica!! Scrivila assolutamente!!

;-))

Kat ha detto...

trova il modo di riabbracciarlo e baciarlo senza problemi, ha un valore che non immagini.
ho lo stesso problema con mia mamma, non è una questione di imberazzo,non lo so, non ci riesco.

quando mio padre si ammalò avevo 13 anni.non comprendevo la situazione e talvolta per fare "la grande" lo allontanavo.
a volte di notte piengo ancora per quei momenti persi, che non riavrò mai.

Gatta bastarda ha detto...

grazie a tutti p'er il sostegno e i consigli...siete unici!!!
ci proverò piano piano ma ci proverò ve lo prometto... anzi quasi quasi adesso vado a vedermi un pò di tv con lui!

il Russo ha detto...

Allora aspetto aggiornamenti ed eventuali nuovi sviluppi, in campo affettivo e informatico!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ho sempre pensato che dire ad una persona ti voglio bene sia difficile, ma a volte è necessario.
In ogni caso grazie per questo piccolo momento di tenerezza.
Un caro saluto.

The_thinker ha detto...

Non ti preoccupare gatta riuscirai ad aprirti anzi ti dirò, e te lo dice uno che ha superato i trenta, con il passare del tempo diventerà qualcosa di più di un padre. Sarà un amico un consigliere una persona sempre presente. Io adesso ho un rapporto con mia madre che mai mi sarei sognato 5 anni fa, oramai parliamo di tutto senza nessuno schermo.

Stammi bene ciuazzz.

Gatta bastarda ha detto...

grazie schiavi o libero...e grazie the thinker... mi hai dato molta speranza e positività!
grazie a tutti!!!

Coq Baroque ha detto...

ma tuo papa' legge il tuo blog? se si, sei gia' a buon punto...

Gatta bastarda ha detto...

no mio papà non legge il blog.. è una sorta di diario... quindi segreto per i miei...ehehe ma gli scriverò le stesse cose in una lettera... sono convinta che preferisce!