mercoledì 17 settembre 2008

I miei 3 giorni felici!


Non ho potuto farlo prima a causa del lavoro ma eccomi qui a raccontarvi i miei tre giorni felici...
Giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 con il Diver-Time, l' associazione per il tempo libero dei ragazzi disabili dove lavoro, siamo andati 3 giorni ad Albenga... sono stati stancanti perchè 24 ore su 24 a tener d'occhio questi ragazzi però senza tenerli per mano (non sono bambini, vanno lasciati liberi come tutti i ragazzi della loro età), stare dietro alle medicine che devono prendere, alle loro piccole crisi, alle loro manie ecc...insomma sono stati 3 giorni duri ma mi sono divertita un sacco, questi ragazzi sono semplicissimi, quella semplicità che i loro coetanei "normodotati" hanno già perso da tempo, sono teneri, sono gentili, mi hanno fatto morire dal ridere, mi hanno trattato come una loro amica ma con il rispetto che riservano solo agli educatori a cui vogliono bene... ce la siamo spassata in giro per Albenga e al mare, per una volta abbiamo avuto fortuna con il tempo... sole e caldo... gli ultimi 3 giorni d'estate ce li siamo presi noi e vissuti fino in fondo! I due responsabili, a differenza di molti altri che ho conosciuto in altre associazioni, non se la tirano da padroni e fanno il loro dovere prima di tutto da educatori... non ci lasciano i ragazzi e non si occupano solo delle cose burocratiche, non ci dicono mai cosa dobbiamo fare perchè siamo noi che dobbiamo farci la nostra formazione.... sono degli insegnanti di vita, di lavoro, e sono amici!
Gli altri educatori sono stati fantastici come sempre, sono contenta di avere dei colleghi che prima di tutto sono amici, che ti accolgono con i baci quando arrivi e ti salutano calorosamente quando te ne vai...
Questi 3 giorni ci hanno dato l'occasione di passare anche un pò di tempo tra di noi a parlare anche di cose serie collegate al lavoro o al tipo di ambiente e di politica che circonda il nostro lavoro, ma abbiamo anche cazzegiato... insomma ci siamo divertiti e siamo cresciuti insieme! questo è quello che intendo io per educazione reciproca e vera formazione!
ringrazio tutti dagli educatori ai ragazzi... e si anche me stessa perchè son stata proprio brava!
Chiudo con il messaggio che mi ha mandato la sera del 13 una volta tornati dalla nostra vacanza uno degli educatori e che racchiude tutti e tre i giorni (è meraviglioso il clima di affetto che c'è tra di noi e non solo con i ragazzi!):

"Pieno di amore e dolcezza... di dura evidenza e di coraggio.. meravigliose idiozie e coscienzioso appoggio..di cura e di umile crescita comune... grazie"

Grazie a te... anzi grazie a voi!!!!

11 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Carissima, come hai potuto vedere e commentare ho scritto un post sul lavoro che uccide, poi ci sono lavori come i tuoi che non rientrano nell acategoria della "produttività" in senso economico. Tu fai un bellissimo lavoro, e nonostante, credo, che non sia affatto semplice nell'educare questi ragazzi che hanno avuto la sfortuna di nascere con questi problemi, tu lo adori!
Complimenti poi per il clima che c'è tra voi colleghi, credimi ma è molto raro fare un lavoro che ti gratifichi così tanto.

Bellissimo il messaggio del tuo amico,questo dimostra che il mondo non è del tutto marcio!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Sono contento per questi tuoi tre giorni. Concordo sulla bellezza di questi momenti di crescita comune. Bello anche il messaggio del tuo collega.
Un caro saluto.

il Russo ha detto...

Queste sono belle storie di vita vissuta! Albenga offre tantissimo, in questo periodo poi dove il grosso del turistame si é tolto dai maroni sicuramente tu, gli animatori ed i ragazzi, avete sicuramente vissuto assieme tre giorni bellissimi.

Silvia ha detto...

Complimenti per quello che fai, prezioso, e soprattutto complimenti per il cuore con cui lo fai: si vede che sei animata da grande passione e sensibilità! Grazie anche per aver condiviso con noialtri il messaggio ricevuto dal tuo collega!

;-)

Kat ha detto...

ti ho premiata!!!!!!!!!!!!!!

miao

Coq Baroque ha detto...

Si sei stata brava e i ringraziamenti li meriti tutti!

E grazie per condividere con noi questa realta' di cui a volte ci dimentichiamo.

Cesco ha detto...

La cosa che mi colpisce, in questo periodo di clima egoistico, violento e materialista, è il fatto che tu definisca quei tre giorni come felici. Questo credo che per te sia una cosa naturale, ma guardando in giro non si direbbe. Se ci fossero più persone come te, forse le barriere che ogni giorni i disabili devono affrontare sarebbero più facili da superare.

Gatta bastarda ha detto...

bè si per me è normale... nel nostro piccolo cerchiamo di fare qualcosa e di cambiare anche un pò la mentalità delle persone... per lo meno della zona circostante la sede... i primi progressi si notano... vi racconterò appena ho un pò di tempo...

Tonino ha detto...

Ah, ma allora sei proprio in gamba!
Ci ho messo un po' a leggere quest'altro blog, perché si vede che il titolo mi inquietava.
Non sarebbe meglio chamarlo "La luna piena" o qualcosa di simile?

Gatta bastarda ha detto...

hahah tonino hai ragione... all'inizio pensavo di usare questo blog come diario e siccome di solito scrivo quando sono giù mi sembrava un titolo adatto (oltre che una bellissima colonna sonora per il blog... è il titolo di un meraviglioso disco dei pink floyd) poi è rimasto diario ma fortunatamente con molte scose belle... ma il titolo mi rappresenta molto lo stesso!!!

Zero ha detto...

Queste sono cose davvero importanti. Più di quanto molta gente non creda. Ti stimo.