giovedì 19 febbraio 2009

Anche dall'Argentina: Vergogna Berlusconi!


Durante la campagna elettorale in Sardegna, Berlusconi ha ironizzato sul dramma di uomini e donne argentini, sequestrati, torturati e infine precipitati in mare, affermando: "Erano belle giornate, li facevano scendere dagli aerei...".

ASOCIACION MADRES DE PLAZA DE MAYO
1977- 30 de abril -2009. 32 años de LUCHA Y RESISTENCIA
Buenos Aires, mercoledì 18 febbraio 2009

NOI MADRES RIPUDIAMO LE DICHIARAZIONI DI BERLUSCONI

L'Associazione Madres de Plaza de Mayo ripudia le dichiarazioni del primo ministro italiano, Silvio Berlusconi, il quale ha parlato, in modo derisorio, dei desaparecidos.

Gli aggettivi non sono sufficienti per definire questo sinistro personaggio, come quelli della dittatura: come Massera, Videla e tutti gli altri. Noi Madres consideriamo molto grave il fatto che in una campagna politica si prenda per "scherzo" una cosa tanto terribile com'è stata la scomparsa dei nostri figli e il Terrorismo di Stato, che con le sue parole Berlusconi appoggia. Crediamo che ci debba essere a livello istituzionale un rifiuto totale alle sue dichiarazioni.

Noi Madres sappiamo molto bene chi è questo personaggio, così come sappiamo chi è Massera. Mentre la Giustizia italiana sta provvedendo alla condanna di Massera per tutto quello che ha fatto, il Primo Ministro prende tutto come uno "scherzo". Sappiamo anche che entrambi sono stati membri della P2 ed è per questo che Berlusconi si permette di prendersi gioco dei nostri desaparecidos: per difendere Massera.

Hebe de Bonafini
Presidenta de la Asociación
Madres de Plaza de Mayo

Gracias por publicar, difundir, comentar y compartir esta información
Hipólito Yrigoyen 1584, Buenos Aires, Argentina (1089)
prensa@madres.org / http://www.madres.org


P.S: sono venuta a conoscenza della risposta delle madri di piazza di maggio grazie al Russo... ringrazio lui e tutti cololro che diffonderanno questa notizia.
aggiungo per riflettere il commento di Alberto al post
"Berlusconi > P2 > Gelli amico di Videla. Non è dietrologia è il retroterra politico di questo tipo."

P.S2: cliccando sull'immagine in alto arriverete direttamente al sito de la Asociaciòn Madres de Plaza de Mayo

11 commenti:

il Russo ha detto...

E' assurdo, bene hai fatto anche tu a riportare la notizia, questo è un analfabeta della storia e della democrazia.

Gatta bastarda ha detto...

un ignorante completo a cui troppi danno retta!

pmor ha detto...

lui dice che non capiamo la sua ironia... in sostanza dice: ma non lo capite? sono un buffone... forse ha ragione

Fran ha detto...

se almeno avesse avuto la scusante di essere ubriaco come il ministro giapponese... invee no, queste cose le dice da sobrio!

Gatta bastarda ha detto...

già e poi dice anche che siamo noi che non capiamo.... ma forse è vero...tanti davvero non capiscono che è ora di eliminarlo!

loris ha detto...

...o ci sbrighiamo a ritessere una rete culturale che ci emancipi dalla cultura egemone del capitalismo o di volgarità piduiste ne dovremo sentire fino alla nausea.

devitalizart ha detto...

non so che dire e tutto quello che potrei dire sarebbe illegale quindi meglio tacere.. divulgherò la notizia..grazie gatta..

l'incarcerato ha detto...

Concordo con Loris, qui c'è da fare una rivoluzione culturale. Ho visto i video e ho provato rabbia alle risate del pubblico...

ps ho fatto anche io un post approfittandomi nel raccontare cosa è stata la P2 durante la dittatura argentina. Ho avuto due interventi molto interessanti.

Alligatore ha detto...

Ovviamente è tutto un gioco, quello di fare il simpatico burlone popolano, e la gggente, purtroppo, ci casca. Noi no, ma quanti siamo?

LaFra ha detto...

io ormai non so più cosa dire....a me lascia più interdetta la gente che gli va dietro e lo applaude..

Ale ha detto...

Ormai è chiaro... L'essere di cui mi ripugna persino pronunciare il nome non è nè un ignorante nè un buffone... persegue lucidamente e luciferinamente l'obiettivo che si è proposto: annullare le coscienze critiche e legittimarsi e autolegittimarsi sfruttando l'ignoranza (questa sì)di coloro i quali hanno smesso di pensare, di coloro i quali non hanno niente in cui credere che non sia il soddisfacimento dei propri desideri, di coloro i quali non hanno una coscienza, di coloro i quali credono che gli eroi siano i furbi e i mafiosi, di coloro i quali sguazzano nell'indifferenza e nel disinteresse per la res publica... impegnati come sono a far funzionare il loro unico neurone per ridere di battute inconcepibili o guardare il Grande Fratello...