domenica 13 settembre 2009

sepulveda, lavoro e notte bianca

Eccomi qui a raccontarvi le belle cose di questi ultimi giorni...
Venerdì sera al teatro Gustavo Modena di Genova sono andata a vedere l'intervista a Sepulveda per l'uscita del suo ultimo libro "l'ombra di quel che eravamo"..è stata una serata favolosa accompagnata dagli amici e dal moroso. Sepulveda è stupendo come sempre, ha fascino, carisma i suoi discorsi come i suoi libri sono sempre molto intelligenti, tragici ma anche divertenti.
La nota dolente per noi è stata un suo racconto per spiegarci come vengono visti gli italiani da un pò di tempo... ovvero ridicoli!


Racconto purtroppo reale di un bordello enorme che si trova in una delle zone più degradate delle Colombia dove la legalità praticamente non esiste, questo bordello ha per insegna berlusconi con una donna svestita vicino che dice "Te amo Papi!" . la cosa peggiore però che il locale si chiama W l'Italia... ecco cosa siamo per il mondo... un bordello comandato da un puttaniere... bè hanno tutte le ragioni di prenderci in giro ma fa male sentirlo dire...
Sabato al mare ad Albenga con i ragazzi del Diver Time (l'associazione per ragazzi disabili per cui lavoro) il tempo era così così ma siamo riusciti a fare l'ultimo bagno, i ragazzi erano contentissimi e ci siamo divertiti molto, poi al ritorno direttamente alla notte bianca a sentire suonare dei nostri amici che fanno jazz i Frubiduo


e dopo in giro a ballare e divertirci facendo i cretini (ogni tanto ci vuole anche questo...) insomma nonostante la stanchezza mi sono divertita un mondo grazie ai degli amici molto schiodati.

3 commenti:

il Russo ha detto...

Sepulveda, ossia il prossimo libro che leggerò.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

E' sempre interessante trattare di libri come questo.

Andrew ha detto...

interessante il libro