martedì 7 aprile 2009

Pensieri del giorno




Essere sul treno del ritorno a casa dopo una giornataccia di lavoro, essere stanchi e nervosi, pensare che tutto in questo periodo va male e poi tutto ad un tratto vedere, dal finistrino un piccolo scorcio tra i palazzi grigi e tristi della città, un tramonto fantastico un arancione che stringe il cuore e per quel secondo essere felice e rendersi conto che basterebbe così poco ma che purtroppo gli scorci di tramonto durano un palpito.

Scoprirsi a commuoversi quasi alle lacrime per una canzone in gaelico di cui non capisci neanche le parole ma le senti forti e tue come se le capissi come se si potesse andare oltre il significato e sentir scendere una lacrima calda tra la malinconia e la felicità.

Trovarsi davanti a questa foto e non poter fare a meno di soffiare forte davanti ad uno schermo e aspettarsi quasi che i semi si spargano per davvero nella stanza.



Carpire tutta la felicità da un'immagine e volerla provare davvero, intensamente, volerla vedere negli occhi di tutti!

5 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

bei pensieri del giorno :)
i tramonti in arancione sono una cosa spettacolare, anche a me capita spesso di vederli mentre sono sul treno
e di canzoni che emozionano, pure quelle per fortuna ce ne sono talmente tante (in gaelico tedesco francese spagnolo o esperanto che sia) da illuminare qualunque giornata storta

Anonimo ha detto...

Che bei pensieri! Sei molto poetica!

Anche io apprezzo quei tramonti e quelle albe che spuntano all'improvviso dopo la galleria fra Principe e Sampierdarena!

@

Gatta bastarda ha detto...

grazie cannibal.
e si andre era proprio dopo la galleria fra principe e brignole... vedo che quindi non sono l'unica ad aver certi pensieri...

Fran ha detto...

condivido in pieno i tuoi pensieri del giorno! :0)

Kat ha detto...

ultimamente mi capita che quei palpiti di felicità (uno scorcio di luna piena, il sorriso di un bimbo, un pensiero di speranza...)altro non siano che sale sulle ferite....
eppure non dovrei lamentarmi....

forse sono solo stanca, tanto tanto stanca...